PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

tracce del divino nella storia dell'uomo

mentre crocifisso gli venivano amputati ad uno ad uno gli arti
il mistico sufi Al Mansour continuava ad illuminare i suoi carnefici urlando loro "io sono Dio e anche voi siete Dio".
dopo aver rimproverato colui che doveva consegnargli la cicuta (che si attardava nella preparazione), Socrate cosi'
istrui' i suoi seguaci:
ecco non sento più le gambe pero' sono ancora, e quindi non ero le mie gambe
ecco non sento più il corpo fino al tronco ma sono ancora e quindi non ero il busto
ecco non sento più il collo tra poco non saro' in grado di dire più nulla pero' ricordate che fino adesso sono ancora e quindi non ero il mio corpo
ed infine fu silenzio
rosso tulipano non reciso a testimoniare la magia della vita
che si e' rispecchiata nella ordinaria grandezza di questi
scelti a caso tra alcuni dei grandi uomini che hanno lasciato
un segno di vita vissuta pienamente.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 12/07/2008 17:07
    un tulipano rosso non reciso... che troppe volte nella storia... hanno tentato di recidere... ma è eterno...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0