PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Stazione

La mia mente
è come in una stazione:
è già partito il treno,
o forse son io che l'ho perso.
Inesorabile il tempo
passa e non ritorna,
che qui par com'esser fermo:
il silenzio s'alberga nel vuoto,
o nell'immenso,
si può sentire il respiro
dei passanti
che si sperde nell'aria.
È forse qui l'infinito?

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 26/10/2016 09:40
    apprezzat... complimenti.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0