accedi   |   crea nuovo account

come fiori

Petali bianchi
nella notte chiusi
come a pregare
un dio dimenticato
fragili steli
si piegano al passaggio
di un vento prepotente
e dittatore
spine di cardo
segnano la via
a ricordar
effimera esistenza
polline umano
semina parole
come speranza
di un cambiamento.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • sabrina balbinetti il 18/07/2008 09:15
    in questa mia, ho cercato di fare una similitudine tra i fiori e il genere umano con tutte le situazioni di difficoltà che si trovano nel corso della vita... quindi la speranza di cambiare qualcosa. UN saluto e grazie. sabrina
  • Pablo X il 18/07/2008 00:11
    Bella, anche se mi sfugge un po il senso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0