username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Silenziosi ultimi

Silenziosi ultimi
colpiti dall'ingiusto e dall'ingiustizia

carni doloranti appaion mutate ma sane fuori

ultimi della terra, sulla terra
ventre nel quale le carni sono nate salutate dalla sofferenza
per un male non di malattia
creato da mani guidate da cervelli umani

sangue caldo nelle vene
scorre nell’ultimo
e così nel primo

battiti di un cuore nato per essere fratello dell’altro

ultimi indifferenti ai primi
incompresi, derisi

aria nei polmoni
fresca di un futuro nuovo
che passa nella sofferenza resistente e non reagente

occhi lucidi e sereni
che vorranno vedere la pace senza la guerra tra gli uomini

Serena felice pace nella giustizia per tutti

14. X. 2001

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • valeria raffa il 02/10/2008 19:59
    parlare dell'ingiustizia non e' mai troppo...
  • pietro luigi crasti visintini il 19/07/2008 12:53
    Grazie Giovanna, mi riempie di gioia il paragone con la citazione di L. Tolstoj, ma non credo di meritare tanto.
    Grazie Dolce :bacio:
  • Dolce Sorriso il 18/07/2008 14:04
    le tue poesie parlano di ingiustizi, tema sempre ricorrente
    bravo sei una persona sensibile

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0