accedi   |   crea nuovo account

2 (in notti senza stelle la solita) cenere

-ed ecco quel che potrebbe essere visto come il continuo-




salgo le scale
al buio.
le solite scale..
soliti quadrati metallici,
di una gabbia,
in controluce.
mi fermo un attimo
per scrostare i pezzi di intonaco
che con l’umidità s’erano alzati.
sputo sulle ortensie,
e scorgo luminosi bottoni
in volontarie tenebre.
mi appoggio al corrimano di un parapetto
di consumato metallo, Che s’è staccato.

l’amore del mio morbido felino,
s’aggira e mi raggira.
il suo freddo naso,
regala delizia.

l’alcol altera le mie sensazioni.
le tue parole danzano di nuovo.

se t’accontenterai di piccoli bocconi
la sazietà giungerà prematura..
non mi abbasserò e non mi piegherò
per un bacio o due.

tanto non rimarrà altro che cenere
quando quel che brucia si sarà
consumato.

è perché qualche lacrima di memoria
ti ha penetrato le ossa,
che sei di nuovo qui?

non hai lottato nemmeno un minuto per quel che dicevi di volere
e i tuoi occhi, a me di nuovo,
non lo faranno dimenticare.

tra i soprammobili ammucchiati
sgorgo quella mummietta dagli occhi di bottone,
che dopo qualche anno
è tutto quel che ti rimane
del mio amore.
ti troverai a tornare a casa
stringendo quel piccolo pupazzo
con ormai un solo bottone per occhio
-consumato come ci siamo consumati noi-
e sotto la pioggia piangerai ridendo
senza che il cielo possa darti alcun conforto
in nere notti senza l’ombra d’una stella.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • c m il 18/07/2008 03:12
    massimo, grazie molte.
    sono molto contenta ti siano piaciute le mie ultime "poesie".
    ma non so se mi merito popò di complimento...
    il mio pensiero in questo momento mi ha portato a scrivere questo,
    magari poi mi porterà a scrivere scontate banalità..
    (bhè spero di no)

    comunque ti ringrazio ancora
    e ti auguro una buonaserata
  • c m il 18/07/2008 03:04
    salvatore ti ringrazio davvero, per quanto trovi lo scrivere una continua evoluzione, le tue parole mi lusingano.
    a presto
    cosima
  • Anonimo il 17/07/2008 21:53
    le parole non servono dinnanzi a passi d'una vera DONNA e della sua penna. salva

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0