accedi   |   crea nuovo account

L'onesto..

A prima vista appena viene ar mondo
può sembrare uguale a tutti l’altri,
è moro, roscio oppure biondo
anche lui fa tenerezza si lo guardi.
Ma la cosa che te da la differenza
non appena er pargoletto sorte fori,
nu’ la trovi si lo guardi sulla panza,
ma t’è chiara quanno vedi i genitori.
L’onestà, come i mali ereditari,
se trasmette dalle tue generazioni
e li sintomi, apparte l’occhi boni,
so’ la faccia e i lineamenti da cojoni.
Per avere poi del fatto la certezza,
se la cosa nun è propio così chiara,
la conferma sta co’ tutta sicurezza
che a casa dell’Onesto n’ c’è ‘na lira.
Fa ‘na vita de stenti e de lavoro
pe’ da’ ai fiji un poco de serenità
ma quei soldi, che pe’ avelli ha dato il culo,
se li succhia questa zozza società,
co’ li ladri e co’ le tasse dei potenti
che je promettono un bel mondo tutto d’oro
poi s’accorge dopo trenta o quarant’anni
che le ville e i macchinoni l’hanno loro.
Quando poi bastava da’ ‘na fregatura
pe permettere alla vita de svoltà
je ritornano sti cazzo de “valori”
che je dicono ch’è mejio lassà sta.
Lui va avanti.. ma ognittanto c’ha dei dubbi
su st’ipocrita e vigliacca realtà:
“ se rubbavo anch’io potevo avecce i sordi,
porco cane ma chi mm’ ha fatto fa’ ! ”
Ma lui spera e insegna ai fiji a continuare,
prima o dopo questo mondo cambierà,
lui li incita ad insistere, a lottare,
a fa’ in modo che poi vinca l’onestà.
Poi quel giorno che lo chiama il Creatore,
lui c’andrà con sulle labbra un bel sorriso
perchè povero, ma certo ricco in core,
sa che almeno spetterà a lui il paradiso!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 24/05/2011 18:35
    Piaciuta, bravo
  • Francesco Garofalo il 18/06/2010 15:39
    Una poesia magistralmente ben scritta. Complimenti!
  • Marcello De Tullio il 14/01/2009 13:30
    bello, prima per il coraggio di scrivere in dialetto che ci fa capire le nostre origini che oggi cercano di farci perdere. Continua a scrivere in dialetto.
  • MARIANO PROCOPIO il 05/12/2008 13:53
    forse er monno cambierà ma de certo in peggio, beato a chi'crede al paradiso...
  • sabrina balbinetti il 17/07/2008 22:26
    miticooooooooooooooo...è molto bella nel contenuto però dovresti curare di più il dialetto che a volte salta negli indumenti di un italiano misto a romano. Scusami se sono sincera... ma è un consiglio da romana!
    saluti sabrina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0