accedi   |   crea nuovo account

non chiamato ma arrivato

alla fiera dell'usuale
circondati dalle ombre riflesse
dei motti non nostri
e' cosi' magicamente sconveniente
una pagina strappata chissa' dove
che inattesa si intrufola tra le note carte
a portar scompiglio
e grattare impudicamente la pelle
lasciando scie di sangue
e stupore bambino.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Adamo Musella il 20/07/2008 16:55
    Così surreale così intellettale. Bravo Giuliano. Ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 20/07/2008 16:37
    Quella pagina strappata...è il granello di sabbia... che porta scompiglio... nell'ordine universale... graffia e stupisce...

    Un treno di tulipani non recisi... per Te... dall'O LANDA...
  • sabrina balbinetti il 20/07/2008 15:00
    scusami ma non riesco ad afferare il senso... perdonami. sabry

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0