accedi   |   crea nuovo account

quadro autunnale

Sbadiglia assonnata
la vecchia panchina nel parco
e filtra svogliata
l’opaco sole di novembre.
Nel viale le foglie che mormorano
sotto i tuoi passi,
mentre gli alberi siedono in circolo
ed ascoltano pigri….
con i rami intrecciati nel cielo
accarezzano il mondo.
Due vecchi nei grossi cappotti
si tengono le mani
mentre il sole gli asciuga dal viso
i segni del tempo.
Ti allontani…. ti chiudi la giacca
per scaldare il cuore
…e una pioggia di ricordi
ti riga il contorno degli occhi.
Un lampione sonnecchiando
in fondo al viale
ha spento la luce
su questo quadro autunnale.

 

1
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 10/09/2016 07:43
    apprezzata... complimenti.

8 commenti:

  • sara rota il 21/08/2008 07:31
    Bella visione, armoniose immagini del tempo che scorre, senza malinconia.
  • Antonio Pani il 29/07/2008 17:40
    Bella e delicata "istantanea", che racconta di una intensa percezione. Mi piace, molto efficaci le immagini. Complimenti. Grazie per attenzione e commenti, a rileggersi, ciao.
  • Annamaria Ribuk il 28/07/2008 22:40
    la stagione più bella (per me) è l'autunno con i suoi mille colori caldi... mi riesce difficile a "vederlo" così freddo e triste...
  • Dolce Sorriso il 21/07/2008 11:08
    bella e dolce la tua descrizione autunnale
    brava
  • Aedo il 20/07/2008 23:45
    Bellissime immagini: parti da un quadro naturalistico, per poi descrivere il dolce amore, mai tramontato, di due persona anziane. Brava!!!
    Ignazio
  • pietro luigi crasti visintini il 20/07/2008 18:53
    mi piace l'affettuosità dei versi verso la natura, sia essa umana che essere vivente in genere, un film della vita che procede con un finale degno dello sviluppo del contenuto.
  • Vincenzo Capitanucci il 20/07/2008 18:05
    Sbadiglia assonnata... mentre suona la campana... la panchina del Parco... vorrebbe mangiare per compagnia qualche sedere... solo due vecchi infagottati portano la luce... sui loro corpi... vorrebbero quasi discretamente nasconderli... hanno l'Amore nel cuore... piovono i ricordi... ed il lampione si sente inutile.. c'è ormai tanta luce... e si addormenta spegnendo la sua povera luce...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0