PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il ritmo della follia

Muoviti negli spazi, cerca di capire
quanto sono a pezzi a forza di sentire...
.. di sentire il peso della tua follia
che avanza a passo svelto, al ritmo della mia.

Disegni un cerchio grande, e ci rimani dentro,
fai perno un po' sul mondo, bucando il pavimento,
e finalmente tutto muoverà attorno a te,
ma muovendosi distratto si scorderà il perchè.

Muoviti negli spazi, cerca di capire
quanto sono a pezzi a forza di sentire...
.. di sentire il peso della tua follia
che avanza a passo svelto, al ritmo della mia.

Ridona il senso al gesto, agli occhi, alle parole,
guadagnati il pretesto di lasciarti andare.

Allora il peso che hai nel petto, diventerà leggero,
e d'improvviso un battito ti ridarà il respiro.

Muoviti negli spazi, cerca di capire
quanto sono a pezzi a forza di sentire...
.. di sentire il peso della tua follia
che avanza a passo svelto, al ritmo della mia.

Tutta l'apparenza che porti in giro in centro,
ha il ritmo di una danza ma il suono del cemento.

Dai la tua dolcezza allo spazio di una sera
che la mattina laceri come il taglio di lamiera.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 20/08/2008 22:42
    Molto musicale..
    potrebbe diventare una canzone..
    bravo Andrea
    ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0