PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Occhi divini in Satguru alla mia Amata India

Non ho mai posato i piedi
Sulla tua Sacra terra
Probabilmente non lo farò mai

Ma mi sento il paradiso
nell'anima
a Casa mia

quando penso

alla tua cultura nella tua gentilezza
oggi in parte si sta perdendo
Nella tua corsa sfrenata di Occidentalizzazione

Ti amo con estrema devozione
Per i tuoi testi Sacri

Un sacro respiro nell’aria del sublime

Ma quello che amo di più
India mia
Sono i tuoi occhi

Sei una nazione di occhi
Sprofondati nel divino

Di adulti uomini bambini donne

Nei vostri occhi mi perdo
In voragini Assoluto

Se incrociassi lo sguardo
della più brutta ragazza Indiana
Sulle rive del Sacro Gange

Nell’attimo d'un semplice banale sguardo
La mia anima sarebbe rapita per sempre

In estasi samadhi d’Amore Perfetto

da cui non uscirei più

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • giuliano paolini il 22/07/2008 15:42
    sono andato in india e' un paese molto affascinante anche se gli indiani
    tendono a fare gli indiani.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0