PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dinamico Amico di Donna amico 888 a J. J. Rousseau

Non faccio mai la corte

Non sono un fagiano cortigiano

Farcito in falsetto Parmigiano

Né un Parma latte scremante
Per far prosciutti più dolci in Tanzania
Per fari porci di luce
Fra mille nebbiose lucciole
Lasciando in braghe accecate di tela lo Stivale

Se passassimo dalle mani
Di pessimi politici
A quella di buoni cittadini

Saremo dei Grilli canterini
Nella vecchia saggia Atene

Un Ateneo auto-governato nel giardino del Mondo

Sono un Tonno al naturale
Scappato dalle reti delle Mattanze
Dalle libere rosse acque

Genuino fresco do mar
Appena nato da Oceano blu

Nella mia natura di buon fortunato Selvaggio
Sfuggito in Aborigeno dalle sue catene

Mi spoglio a nudo in confessione
andando in orfanotrofio a sette anni
Con spirito di rivoluzione romantica

Nelle chiome e nei frutti pendenti
Del mio albero in Vita

Finalmente Vivo!!!!!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anna G. Mormina il 25/07/2008 11:53
    "Se passassimo dalle mani
    Di pessimi politici
    A quella di buoni cittadini"
    ... sarebbe troppo bello...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0