username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Spaventapasseri

Come un ammalato
Cerco le cure
Ma nessuno si avvicina
Sulla lettiga vuota accanto alla mia
Solo il nulla
Ho sprecato anni
Per capire che infondo sono
Solo

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Ivan Bui il 19/08/2009 12:17
    ... mi é piaciuta, particolare, ma bella.
  • Giovanni De Lombardis il 10/04/2009 11:37
    DICI BENE INVECE, VIVIAMO SOLI IL NOSTRO TEMPO BISOGNA DARE RISPOSTE A DOMANDE STRONZE E DOMANDARE COSE SOLO PER DOMANDARE.
    Mentre vivamo ci soffocchiamo in cose inutili, condividiamo spazi con gente che non tolleriamo o peggio dobbiamo tollerare, però proprio in queste cose impariamo a conoscerci... nei silenzi riflessivi riusciremo a scavalcare ogni ostacolo tenendoci in compagnia quanto basta per non trovarci SOLI con noi stessi.
    Bravo.
  • Dolce Sorriso il 31/07/2008 14:53
    non si à mai soli.
    guardati intorno siamo in tanti con te.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/07/2008 10:31
    Spaventiamo i passeri... cosa vuoi... anche io mi sento su quella lettiga vuota... accanto alla tua... io ho guadagnato anni alle fine... capendo prima che sono Solo... ma poi che sono Tutti... nell'Uno... e sulle mie braccia spaventa-passere.. chiacchero gioiosamente... con quattro Corvi neri...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0