accedi   |   crea nuovo account

Noi tanti. Vivi, morti

Uomini, donne, bambini, vecchi.

Sempre più tanti,
sempre più soli

sempre meno liberi,
sempre più sofferenti

nella finta gioia
nella vita strappata
e trasformata,

simile a prima della morte

16. V. 2005

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 24/07/2008 06:07
    Questi sono i frutti di un grande progresso tecnologico... e del mondo dell'avere... sono morte...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0