PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Scolo d'amore

l’amore,
gli era
entrato nelle vene
come un insetto
trascinato
dal mulinello d’acqua

sotto la pioggia
stanca
del mattino

tic tic tic

una zanzara
cozzava
contro una
lampadina,

neve
calda
sopra ghiacciai morti.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Francesco Aceto il 10/03/2009 19:40
    assai infantile mi dispiace...
  • Elena Ballarin il 26/10/2008 20:54
    la capisco appieno.. bellissima.
  • chiara rossi il 29/09/2008 21:31
    molto bella l'immagine della pioggia stanca del mattino... bella mi è piaciuta!!
  • Anonimo il 02/08/2008 07:53
    un susseguirsi d metafore, in un vortice di emozioni intense e di immedesimazione,
    Bravissimo!
  • Vincenzo Capitanucci il 25/07/2008 15:11
    Stupendo... Sembra un Koan in chiusa... in un tempo alienato... tac tac tac... in un vortice d'Amore... impazzito di luce... veramente stupenda...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0