accedi   |   crea nuovo account

Sfogo

ti odio per come puoi smuovermi solo tu ti odio perché a volte vorrei picchiarti ma la mano si apre in un pugno di piuma tra le tue cosce ti odio perché non sai dirmi altro non sai parlare d'altro non sai muoverti non sai fuggire dal cervello che ti rincorre a piedi scalzi nel fossato ti odio perché mi sono stancato dei soliti ti amo e dei soliti mi manchi del tuo non togliere mai lancette all'orologio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Sofia Rossi il 08/08/2011 22:52
    Un pugno, potente e delicato al contempo, dritto al cuore.
    Intensamente diretta. Complimenti
  • angela testa il 26/03/2011 18:13
    L'odio è solo amore...
  • Anonimo il 08/12/2009 14:08
    A 90 anni si amano ancora i versi e le rime.
    Ma come insegnante di ginnastica sono sempre stato in mezzo ai giovani.-
    Mi hanno dato tanto...
    Questo tuo sfogo lo trovo schietto e cristallino... come piace a me.
    Un abbraccio da nonno Libero
  • Len Hart il 10/08/2009 12:24
    great!!!
  • CLAUDIO CISCO il 15/05/2009 06:35
    bella e intensa
  • TIZIANA GAY il 15/10/2008 11:34
    si può odiare l'amore se ti soffoca lascialo andare...
  • sabrina balbinetti il 27/07/2008 18:27
    ti odio è una parola grossa... forse dettata dalla rabbia... invece io credo che tu la ami e anche molto!
  • Vincenzo Capitanucci il 27/07/2008 17:56
    Un pugno di piume... per sfggire dalla realtà... andare al di fuori del tempo...
    sfogo di soffocamento...
    una poesia prosa.. che non può essere in versi di fiore... ma in prosa-bastone... per sfondare un muro... un impatto di grandissimo amore..
    Quantica... verso un antichissimo panta rei... eracliteo...
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/07/2008 16:35
    Non capisco perchè non è messa in versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0