PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amore di carcasse

Ti fissai
come l’avvoltoio la carogna
nel mese della secca.

Ci frugammo
come sciacalli, la gola al sole
pure in branco ma soli
come gli amanti e
al vento tra nebbie sanguinanti
insieme fiutando carcasse
di sogni mezzi masticati
da mascelle più grosse.

Nell’ombra del tuo occhio
da iguana
sprofondo al pensarmi
respirare ogni alba bruciante
coll’aperto ventre stracciato
dal tuo dormirmi
addosso.

Trafitto tra spade d’oro
al tremore di torme in fuga
l’affondo sul vecchio carcame
sogno soffice
d’un ultimo avvoltoio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Michele Storti il 16/08/2008 12:41
    Grazie Aldo, apprezzo particolarmente chi decide di dedicare un minuto per riflettere su quello che scrivo... non sono mai stato convinto di saper scrivere poesia, ma non esiste testo, tra quelli da me prodotti, che non parta da un problema civile, sociale, sentimentale od esistenziale dapprima sentito e sviluppato nel pensiero e nella coscienza.
    Nel caso specifico, si tratta di una "animalesca" critica verso l'idea cortese di un amore-sacrificio di gentili intenzioni, fondamentalmente sopraffatto da istinti biologici di desiderio e ostilità che si affermano senza forzature, naturalmente.
    Una presa di coscienza di questa profonda, ma imprescindibile realtà.
    Hai colto nel segno!
    Saluti, e grazie ancora!
  • Luca Moneti il 12/08/2008 15:11
    tutto vero quello che hai scritto complimenti
  • Phil Ethasimon il 01/08/2008 12:41
    Hai descritto bene una triste(purtroppo) verita'...
  • giuliano paolini il 28/07/2008 15:24
    ben elaborata in fondo siamo veramente iene e avvoltoi molto più di quel che pensiamo sia alimentare che comportamentale
  • Anonimo il 27/07/2008 22:28
    insieme fiutando carcasse
    di sogni mezzi masticati
    da mascelle più grosse.

    magnifica metafora!!!!
    e anche il resto...
    veramente intensa!
    mi è proprio piaciuta!
  • Michele Storti il 27/07/2008 19:54
    Grazie grazie grazie ogni impercettibile piacere che posso produrre in chi legge mi fa scrivere ancora...
  • Vincenzo Capitanucci il 27/07/2008 13:58
    Amore della vita... in ali da avvoltoio... stracciami il ventre.. dormimi adosso..

    di un macabro sublime...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0