accedi   |   crea nuovo account

un giro di carte senza i re

il valore del solitario
lo scopri solo quando mancano le carte
corse veloci ai santuari altrui
e modeste fugaci soste al proprio monte
solo che l'altrui santuario
e' vissuto dal proprietario
come il tuo monte
e cosi' restano inviolati entrambi
troppo debolmente aggrediti
senza furore quella strana patina di dolcezza
che sconfina nella decisione consapevole

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • S. Partagas il 04/01/2010 23:17
    Stupenda.
    Si addice a più interpretazioni, davvero notevole.
  • Cinzia Gargiulo il 31/07/2008 13:02
    Scopriamo sempre il valore delle cose è, ahimè, delle persone quando le perdiamo... fa parte della natura umana...
    Un bella riflessione.
    Un abbraccio...
  • Adamo Musella il 30/07/2008 21:00
    Come sempre scopriamo il valore di cose e persone nel momento topico... quasi un assunto molto bravo Giuliano ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 30/07/2008 15:21
    Come sarebbe bello vivere senza i re... ogni carta diventerebbe un sette bello... felicemente in prese consapevoli... un giro d'Amore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0