PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

mi frego' l'uovo

mi criticate perche' ho tradito
tre volte prima del canto del gallo
che sara' mai?
se sapeste che ho tradito prima che il gallo
fosse anche solo un semplice uovo!
l'ho fatto perche' sentivo allora la vita
come bene irrinunciabile
la avvertivo come bene personale
ancora non sapevo.
contaminazione,
il silenzio e l'attesa
si fanno movimento
e' quindi inevitabile
il processo che da origine alla vita
svanisce la sospensione
e nel fluire
si scatenano
le infinite variabili
che animano l'imperfezione.
magia ed applausi
ad un tale risultato,
che ne sarebbe di noi
sempre uguali, immutevoli e perfetti
non potrei partecipare
alla giostra del perpetuo sempre uguale.
vita che sei?
perche' troviamo sempre
un motivo in più di cruccio?
e' come lamentarsi di un quadro di picasso
ricevuto in dono
solo perche'
la signora ha il naso un po' scentrato
anziche'
sbalordire davanti all'incanto del dono ricevuto,
e allora
sotto con la festa
una al giorno
una ogni minuto
finche' morte non ci separi
lasciando a testimone
una profonda traccia di riconoscenza
per il troppo stupore provato.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • sara rota il 14/09/2008 10:04
    Particolare... gradita. Il dubbio se sia nato prima l'uovo o la gallina però resta sempre...
  • Vincenzo Capitanucci il 01/08/2008 13:56
    Stupendo Stupore.. entusiastico... en theos... grazie.. grazie... grazie... per il dono... spedito... donato... e ricevuto... contraccambio... se mi posso permettere.. donandoti me stesso... e poca roba... ma te non importa... basta il pensiero...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0