accedi   |   crea nuovo account

La parola c’inventa in Logos

Voglio vivere di cose eteree leggiadre
Nella bellezza di poche rare preziose parole

No voglio più nutrirmi di cibi volgari
Ma di nettare profumati in fiori

Essenti sapienti di colorate luci

Da una ferita può entrare l’Amore
Ma può anche uscirne a fiotti

Non ci sono più verità assolute

Le parole più sagge inventate
Anche quelle considerate più volgari

c’inventano a loro volta

Ricamanti merletti nel silenzio
D’un profumatissimo romanzo romantico

Posso immergermi in un oceano
Nel catino d’un Amore universale
Mangiando con gusto un piede di porco!!!!

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0