accedi   |   crea nuovo account

Ci vediamo domani

Lo so, certo non sono uno scrittore professionista
Ma i miei sentimenti li conosco…
a fondo…
e mi basta un foglio per poterli esprimere.
Paura, rabbia, dolore
Hanno fatto parte della mia vita
Gioia, sicurezza, felicità…Amore
Fanno tuttora parte dei miei giorni.
E quando al mattino apro la finestra,
Lascio che il vento mi accarezzi il viso,
Che i raggi indolori del sole mi graffino,
Mi stropiccio gli occhi.
Il mio corpo si muove a tempo di musica.
La musica della giornata, il battito del cuore…
So anche questo, non dirmi che sono frasi senza senso.
Ma prova a pensarti nella mia stessa situazione.
Non provi nulla? Strano, molti direbbero l’opposto.
Pazzo è il mondo…

È ora si andare al lavoro.
È ora di lasciare spazio all’inverno.
Freddi sono i mesi di febbraio.
Squilla il mio telefono tra un cliente e l’altro.
“mi dispiace…è andata”.

Il tempo si ferma, la pioggia si ferma
Il negozio, il mio respiro si ferma.
Solo una lacrima ha spazio di muoversi lungo la mia guancia
Mi sfiora la bocca…
Devo scappare. Devo raggiungerla…
La Tua stanza è piena di infermieri.
E Tu sei nel letto…quel letto di cura.
Quel letto di ospedale che è diventato letto di morte.
Mi hai lasciato solo…
quando più avevo bisogno di Te.
La sera prima ti ho augurato la buonanotte.
Erano mesi che non riuscivo più a dirtelo.
A mala pena riuscivo a passare…ed ecco.
Ora ho tempo…
E tu: “Ci vediamo domani”.
Mi ha sempre dato speranza sentirtelo dire
Perché era il nostro modo di salutarci.
Era la tua frase dopo un “ passi di qua vero?”
E i miei occhi parlavano e tu capivi…

Il domani è arrivato.
Ti ho visto, ma i tuoi occhi gialli erano chiusi.

Tu, che mi hai insegnato a controllare i sentimenti.
Mi hai aiutato a piangere.

12

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Vittorio Bedani il 01/08/2008 19:24
    grazie
  • giuliano paolini il 01/08/2008 19:04
    quando nudi ci mostriamo al mondo e' l'inizio di un magico cammino
    che l'autenticita' si e' insinuata nel tuo agire e d'ora in poi non sara' mai più come prima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0