accedi   |   crea nuovo account

per quel che posso

Occhi poggiati senza rumore
Lievi sul tuo corpo
perenni
Tiepido tepore
e sussulti che anticipano il sonno
Sogno il tuo ritorno
Osservando la tua partenza
E mi rallegro per la tua curiosità
Di conoscere altro
Di vivere altro
che non sia noto
Minestrone di sentimenti
Tutti passati
Impossibile riconoscerli
Uno ad uno
Allora tanto vale tuffarsici dentro
questa specie di mare
Nuotando in un denso, intenso fluido
Stupito da senso che non conoscevo
Mi ubriaco di te e brindo alla tua salute
Che sarà la mia
E mi prometto a te ora in questo giorno di agosto
Per poter vedere coi tuoi occhi
Per poter sentire col tuo cuore
Per poter pensare con la tua mente
Aspettando quel dì d'ottobre
Quando campane suoneranno per noi
La più dolce melodia
A sottolineare che Acqua e Sale
Si sono nuovamente incontrati
Ti sono accanto
Ora e per sempre
Il tuo piccolo Tulli

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Emanuela Corciulo il 19/11/2008 14:37
    bellissima! che bell'amore provi! davvero molto romantica...
    "brindo alla tua salute
    che sarà la mia"
    dolcissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0