PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Esseri psichici ad Avalon a Fulvio Musso

Se ti conoscessero piccolo geniale bambino
Nei tuoi semplici geni alati
Il mondo Miracolosamente cambierebbe

Nel tuo essere Tu c’è

Fra il tutto ed il niente
Un’oasi di pace universale

Non ci sarebbero più litigi su terra

Le spade diventerebbero aratri
Ex calibrati
Le bombe esploderebbero nell’innocenza di carta poetica

Tutto il creato sarebbe in Armonia
Qui
In un unico splendido Amore

Sei il miracoloso figlio
Dell’umano uomo follia
Folla in luce divina

Sei il re del Mondo
culla
Di Potenza nel gigantesco Atto solidale
Nel teatro della vita

Nell’attuale quotidianità
Ti poni in un’attitudine fragilissima
Sfuggevole vera Dea in caccia
Superna nella sua nuda corsa
Di vergine bellezza

Basta un niente
Una minima ingiustizia
Una semplice occhiata traversa

E sparisci di nuovo
Inghiottito nell’occhio concentrico
Del tuo ignoto lago in dì
Di profonde acque su agitati misteri

Mentre il giorno capolinea sembra allontanarsi
Attraverso le nebbie dello scempio disumano
Non ti perdo mai di vista

Udite i suoi leggiadri passi
Sono sul nostro sentiero
Il bambino torna
Nel profumo amoroso di mughetti in violette!!!!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 27/05/2011 14:41
    Una splendida lirica densa di significati profondi. Grande Vincenzo la tua poetica è mirabile
  • karen tognini il 12/05/2011 19:35
    Le spade diventerebbero aratri
    Ex calibrati
    Le bombe esploderebbero nell'innocenza di carta poetica

    Tutto il creato sarebbe in Armonia
    Qui
    In un unico splendido Amore

    Una poesia splendida Vincenzo... c'è tutta la tua filosofia di vita...
    bambino d'oro...
    ciao
    karen
  • Annamaria Ribuk il 12/05/2011 10:42
    ... la purezza di un bambino viene percepita... nei piccoli gesti delle dita...
    molto bella.. Ann!
  • Anonimo il 11/05/2011 22:49
    Questa merita un'attenta rilettura, a distanza di anni, e dopo aver sperimentato le energie in circolazione, nel grande mosaico.
    Hai pienamente ragione a cantare la luce di un bambino che non perdo mai di vista.
    Grazie Cap, e luce pura questa e tutte le altre notti
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0