PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A. A. A. Cercasi disperatamente (AspettandoTi)

AspettandoTi in un giorno di pioggia, quando il tempo è solo noia allungata a dismisura. In silenzio, con la sola musica dell'orologio a pendolo sulla parete. Ascoltando il cuore ed il cervello che non cercano altro.
(Pensieri in calma angosciosa, come alla deriva; idee perdute nei meandri impenetrabili della mente ed una nenia è come urlata nel silenzio di questo niente).

A. A. A. Cercasi disperatamente
Vita, interessi? Amore?

Attendo e, come sempre, ardo, temo e t'amo

Cercasi te? Che volutamente m'ignori
Che non mi chiami ed è l'unica cosa che dovresti fare
Che non mi vuoi ma non desideri altro
Che soffri stupidamente ed aspetti, come me?

Così io Ti aspetto, come un chiodo appeso alla parete, attaccato agli ingigantiti e sbiaditi ricordi. Incollato ad una stupida ed inutile speranza trascino i pensieri in lande sterminate mentre l? antico pianto, dimentico dell'essere e dell? avere, si perde in un ghigno inespressivo.
(Fuori il mondo distratto, l'ambigua e mutata stagione che si vendica con la pioggia, gente indaffarata si lascia sopravvivere col niente e una musica, ora, triste e malinconica, mi giunge alle orecchie e fa da base a questa sconfinata ed inutile agonia).

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Wester Auxano il 26/08/2008 12:03
    Cercarsi e poi perdersi... perdersi per non cercarsi... tristezza e agonia.. lo può capire soltanto chi ci è passato... la tua poesia è molto sentita.. grazie...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0