PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Iper uranico brontolone 555 a Aldo Fiorenza

Siamo lingue di fuoco e correnti d’acqua
in un alternante mutevole avvicendarsi

Quando il fuoco divampa l’acqua si affievolisce lentamente
Sublimando la trascendenza di timorosi eterei vapori acquei

Quando il fuoco si spegne l’acqua lo vivifica eternamente
Impastando d’immanenza la cenere in tremiti di carne viva

Siamo inseparabili donatori in arabesche energie vitali

Vortici in silenzi alati di sovraumani splendori
Rigenerando il volo altero d’una Sua maestosa Fenice

Nell’immortale imperituro passaggio fra la Morte e la Vita

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 02/08/2008 20:15
    Grande capitano ed implacabile goleador... hai fatto centro anche stavolta... sembra uno stile nuovo ma per un poeta eclettico lo stile è come l'abito, si cambia per l'occasione. Giusto? ciao grande. Giak
  • Fabio Mancini il 02/08/2008 19:45
    Non ho mai letto niente di simile! Sei davvero in gamba! Ma adesso anch'io entro in gioco e saranno dolori per tutti! Con simpatia, Fabio
  • giuliano paolini il 02/08/2008 18:38
    bravo capitano che prova di fare un sano gavettone all'aldone che a volte e' u po' testone ma che vuoi se non ci fosse lui forse un po' troppo miele da queste parti e quindi viva aldo il fiorente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0