accedi   |   crea nuovo account

Nell’isola Di Malta 787 all’ordine dei Cavalieri

Mentre scendevo verso il caro Paese
Ho incontrato un debole lombrico sulla strada

Aveva piovuto intensamente quella notte
Nella tua terra soffocavi

Nel Sole tornato
Morivi sull’asfalto arroventato
Non sapendo più dove orientarti

Delicatamente ti ho riportato nel tuo campo
Pur sapendo da molto tempo
che ritornerai nella tua logica natura
ad essere una vipera velenosa

Quando raccoglierò un prossimo fiore
Prontamente mi morderai

Dopo un primo stupore capisco

È il tuo lavoro
La missione della tua vita
Senza di me non sei niente
Continua non puoi più farne a meno

Anche io sono un niente senza di te
E t’ignoro nell’oro

Il tuo veleno ignorante è un nettare divino
Per la mia anima sigillata

Gioisci nel tuo Signore
Aprimi le porte infami!!!!

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0