accedi   |   crea nuovo account

Vago da solo nella notte

Vago da solo nella notte
in cerca di qualche verità,
in cerca di qualche via.
L’aria è gelata,
il mio viso è stanco,
da lontano qualcosa mi chiama
è il suo della tua voce che dice di seguirti.
Vago da solo della nella notte
senza nessun motivo,
senza alcun controllo,
senza alcuna guida.
Le stelle sono calate,
la luna è piena,
la notte diventa sempre più gelata
e la tua voce sempre più vicina.
Raggiungo una piccola casa
la porta è aperta
il fuoco nel camino risplende i miei occhi,
tu mi stai aspettando,
sei nuda e splendida,
sei rossa come il fuoco che si risplende sul tuo corpo.
Il tuo invito mi riscalda il cuore,
i nostri corpi uniti insieme,
nel dolce crepitio della fiamma si confondono i tuoi sussurri,
la rosa sta bruciando e io sto bruciando con lei.
Il fuoco infine diventa un forte calore,
tu sul tappeto sei stanca
mi prendi la mano
ti volti verso di me,
la rosa mi bacia, mi accarezza e chiude gli occhi.
Il fuoco si spegne mentre il calore dell’amore ancora brucia in me,
tu nuda, ti addormenti dolcemente sul mio corpo,
mi accorgo che nella notte ora sono in molti a viaggiare,
verso di me,
verso di te,
verso di noi.
Verso l’amore che ho scoperto con te,
verso il calore che presto sentiranno nei propri cuori.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/06/2012 08:39
    ... sentimentalmente
    pregnante,
    complimenti.

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 04/08/2008 08:00
    Una rosa rossa alchemica.. nel nero della notte... una opera-calore.. in onde.. con divisa... Amore...

    bellissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0