accedi   |   crea nuovo account

Sapore di Immortalità

Ho visto
nascosto
dietro colonne d'alabastro
Druidi
vestiti di bianco
intorno ad un altare,
alzare calici
per certezze d'Immortalità.

"Io
nel più antico ricordo,
avrei ignorato
per sempre il mio calice vuoto".

Adesso,
carico negli anni,
mi aggiro su questa terra,
in questo angolo di storia,
immerso nel sospetto
che stia cercando
me stesso
nella direzione sbagliata.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sara rota il 15/08/2008 16:51
    Sono certa che chi continua a cercarsi prima poi troverò il proprio bandolo della matassa senza remore, con un pizzico di gioia in più. Seppur a tratti malinconica l'ho gradita.
  • terry Deleo il 04/08/2008 22:34
    Ascolta te stesso in mezzo alla natura, vicino al tuo mare, guardando il cielo; nella natura, nella terra la sede dell'Amore.
    Molto bella, Giò. terry
  • Fabio Mancini il 04/08/2008 08:19
    Il fatto che tu stia cercando te stesso è già un elemento positivo. Io ad esempio, ho smesso di cercarmi, forse perchè sono dovunque? Ciao, Fabio
  • nicoletta spina il 03/08/2008 23:48
    Mi invita a profonde riflessioni questa tua, caro Giovanni.
    Se i Druidi brindano all'immortalità, io, come te, brindo al beneficio del dubbio. Ma cercare se stessi è sempre buona cosa, qualsiasi direzione si prenda. L'importante è cercare...
    non per la gioia di trovare. Molto piaciuta. Un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0