PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sapore di vetro

Affanno mutevole nella bottiglia appena aperta,
ti perdi dietro gli occhi chiusi di una giornata che finisce.
Il bianco colore si schizza di rosso,
nel corpo brucia il dolore
Sapore di vetro affoga intenti ed esordi
che tormentano l'animo.

Bicchieri di eccitamento si districano tra mani assetate
non una ti lascia e
sostenuto ti lasci baciare
aumentando il montepremi delle false speranze.

Chi ti guarda è pieno d'invidia, è geloso di te
ti vuole, ti brama,
ti pedina con lo sguardo,
non ti lascia.

Accarezza il bordo al sapore di vetro
che porta la brezza alla bocca appena toccata
e che si bagna mordendo le labbra.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Giorgio Cazzante il 04/08/2011 22:44
    condivido il commento precedente.. bella interpretazione, complimenti
  • Anonimo il 08/01/2010 23:52
    "aumentando il montepremi delle false speranze", "Sapore di vetro affoga intenti ed esordi" ... mi hanno colpito queste espressioni... buon lavoro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0