accedi   |   crea nuovo account

La quantità esatta

Esiste una quantità esatta di lacrime che un uomo può versare;
e quando l’ultima erompe dal bulbo oculare più ferito,
quando l’ultima, infinitesimale quantità di liquido precipita fino a fondersi col tutto,
quello che rimane è un corpo vuoto, uno spazio libero a disposizione del rancore,
una distesa interna di algido terreno nero, dove niente è più in grado di germogliare,
e l’indifferenza per ciò che hai amato sottrae malignamente la dignità del tuo vissuto.
È per questo che ogni uomo, per quanto dolore abbia provato, per quante lacrime abbia pianto,
deve sempre conservarne una, anche una sola nei suoi occhi,
e lasciarla in eredità al proprio figlio, per renderlo pienamente uomo.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • francesco gallina il 08/04/2010 13:32
    Leggo solo ora dopo molto tempo che non frequentavo più il sito, grazie a tutti.
  • Rudy Mentale il 23/01/2010 19:54
    Migliorabile nella forma, ma cominciamo dal bene...
  • Ada FIRINO il 10/07/2009 15:37
    Rileggo e mi piace sempre più ciò che esprimi. Ciao
  • Rocco Burtone il 10/07/2009 15:24
    Sono diventato un tuo fan.
  • Monica d il 06/10/2008 16:04
    Molto bella e originale. Apprezzabile inoltre un uomo che parla delle alcrime e ne parla bene!
  • Ada FIRINO il 04/10/2008 13:38
    Parole sagge, Francesco! Mai inaridirsi, piangere spesso fa bene, oltreché averne bisogno.
    Bellissimo ciò che esprimi nelle ultime righe.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0