accedi   |   crea nuovo account

meglio non pensare

pensavo di aver imparato a dormire fino a chè non ti ho incontrata.
ora il letto è una vasca di pensieri che mordono ad ogni palpebra chiusa.
pensavo di aver imparato a sognare ma hai trasformato i miei sogni in paure di perdere l'unico sogno reale.
pensavo di aver imparato a camminare ma mi rende zoppo ogni tuo sguardo.
pensavo di aver imparato a vivere ma quando ti vedo penso di non essere degno di te.
pensavo di aver imparato a morire ma adesso sono insaziabile della vita che ti contiene.
pensavo un sacco di cose prima di conoscerti ma hai distrutto tutte le mie certezze.
non fare lo stesso col mio cuore ora che credo di aver imparato ad amare

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Aldo il 10/06/2014 11:52
    Imparare a vivere e ad amare contemporaneamente richiede il superamento di una grande corsa a ostacoli. Spariscono i pensieri di morte, perfino nell'ultimo istante. Ogni momento felice sa d'immortalità.
  • agave il 28/11/2011 01:23
    mi piace la sensazione dei "pensieri che mordono ad ogni palpebra chiusa"
  • Giada.. il 01/05/2009 01:18
    bella bella..
  • Fabio Mancini il 07/08/2008 08:25
    Una bella resa. Ma anche tanta consapevolezza acquisita. Piaciuta per lo stile quieto e descrittivo. Fabio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0