accedi   |   crea nuovo account

VII Aprile

Una baia protetta dai venti,
Da rocce rifugio di gabbiani,
Un cielo terso che si specchia
Nel mare verde smeraldo,
Il canto di cormorani, con coro
Di onde frangenti ed il vento,
Come orchestra di fiati,
A solo di arpeggio di sartie,
Drizze e scotte in crescendo.
Qui, solo nella mia solitudine,
Posso interrogare il mare
Leggendo il mio futuro,
Nelle memorie del passato.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anna Lamonaca il 02/05/2006 13:13
    " solo nella mia solitudine,
    Posso interrogare il mare
    Leggendo il mio futuro,
    Nelle memorie del passato."

    Parole profondamente evocative!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0