accedi   |   crea nuovo account

Il fuoco

Il fuoco
si sprigiona
dalle parole scritte
e urlate,
come manifesti di verità
e libertà.
Catapulte
che sorvolano
montagne alte,
all'insegna
di un dio silenzioso,
portatore d'anime,
fuggi la tua sbarra
che altri
urlano come libertà,
libertà
di un vetro spezzato
gettato in polvere
in un deserto,
che sprigiona una mente pazza
che cavalca dune
di miraggi solitari,
ubriachi
desolati
nella desolazione
di un nulla caduto,
moribondo,
raccolto da solitari guerrieri
del propio essere,
portato in trionfo
in un anfiteatro gremito
di folla urlante,
soggiogato
da un infinito,
imprigionato.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 15/07/2007 22:15
    Piano piano le leggerò tutte, perchè ciò che scrivi mi piace, ciao.
  • Anna Lamonaca il 02/05/2006 13:09
    "Il fuoco
    si sprigiona
    dalle parole scritte
    e urlate,
    come manifesti di verità
    e libertà. "


    Molto molto belle! Mi hanno colpito!
    quanto urlano le parole?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0