accedi   |   crea nuovo account

Stella che spera.

Dalle mani sfuggi - sei così.
Non so perché ti amo, ma tu non ami me…
Colgo il tuo sguardo, che non capisco mai.
Ti verrò nei sogni, e lì mi amerai.

Non ci credo ancora che è la fine.
Che non ti vedo più, che non sento la tua voce.
Sarò la tua Stella che cascherà nei sogni.
Mi chiamerai un giorno, quando avrai bisogno…

Come devo stare? Come perdonarti?
Non ce la farò mai a non amarti.
Magari questa notte raffredderà il mio sangue,
tuo amore regalando???

Un tenero sorriso dell’estate…
Non vuoi avvicinarti e non c’è bisogno.
A me rimane solo diventare la tua Stella
Che di notte si accende e spera…

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Sergio Fravolini il 15/08/2010 09:33
    Molto dolce: "di notte si accende e spera".

    Sergio
  • antonio castaldo il 28/03/2009 17:08
    bhe anch'io sono un po canzonaro... ma chi lo dice che in una canzone non
    possa esserci più poesia che in qualsiasi altro tipo di testo o quantomeno la
    stessa e identica dose? Continua per la tua strada... e continuerai ad essere
    nella notte... quel bel puntino di luce... lassù. CIAO (da un banale ritornello).
  • Donato Delfin8 il 04/12/2008 22:09
    Dolce! grazie
  • Irina Koff il 10/08/2008 09:45
    Ah-ah-ah-ah, Vincenzo!
  • Vincenzo Capitanucci il 10/08/2008 04:12
    Quando una donna si fa stella... illumina la notte... con il suo pigiamino da Sogno...
  • Irina Koff il 09/08/2008 20:05
    e mi piace anche. di solito vengono con una melodia.
    grazie!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0