username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fragile uomo in esplosione atomica

Malgrado tutta la nostra potenza
Tecnologicamente distruttiva

Non vinciamo più guerre
Solo incerte vane battaglie

La caparbietà umana e di gran lunga superiore
a '’Uomo
un essere di suprema
Teutonica Titanica memoria atomica

Pronto a lottare atomo per atomo
Stanza per stanza
Casa per casa
Per la sua innocenza di libertà

Perdiamo tutti in umanità
L’immune unanime neutralità

Non ci salva più la dolce fragilità

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Annamaria Ribuk il 12/08/2008 09:40
    ogni Essere avrebbe il diritto di respirare, amare, vivere, credere... libero!!!, ma la Tecnologia "distruttiva" non lo permette... non credo alla fragilità... forse è convenienza...
  • Anonimo il 11/08/2008 09:30
    L'ultima riga (dovrei dire la chiusa?) è fantastica. Non potrebbe venire da altri, grande Vince.
  • Rosarita De Martino il 10/08/2008 20:10
    Poesia profonda che fa riflettere. Complimenti! Rosarita
  • Anna G. Mormina il 10/08/2008 18:13
    ... è vero, non si vincono più guerre... si porta solo morte, distruzione, fame... chissà, se la dolce fragilità si ribellerà???
    ... Vincenzo, io lo spero di cuore...
    ... molto bella, ti abbraccio!
  • roberto cafiero il 10/08/2008 17:17
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0