accedi   |   crea nuovo account

dietro di lui

Notte fonda,
silenzio immane.
La luna nascosta
dietro quei monti..
Ed io dietro di lui.
Battito d'ali,
battito di cuore,
battito di stelle.
Le sue dita,
dolci libellule
sulla mia pelle.
Le sue braccia,
possente culla
dei miei desideri.
La luna spenta oramai
dietro quei monti..
Ed io, dietro di lui.
L'amore è lontano,
oltre quei monti,
più lontano della notte,
e chiassoso come mai.
Un Vasco urla al di sopra di tutto,
ed una città tace al di sotto.
Quant'è amara la speranza
di rinchiudere questa notte
in una stanza,
con tutto il resto fuori.
E guardarti...
al di là di tutto..

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • romana il 29/07/2013 18:45
    bella poesia, dolce, romantica... complimenti
  • Anonimo il 09/01/2009 18:25
    Brava.
  • Donato Delfin8 il 30/11/2008 04:05
    Quanti desideri!!! Crudele Vasco
    Sarebbe meglio mettersi davanti... e farsi seguire!!!
    Coraggio mordi e afferra prima tu!
    Brava!
  • Antonio Pani il 18/08/2008 19:26
    Intensa e toccante, trasmette il disagio e la malinconia per un mondo che cambia, mentre noi restiamo disperatamente fermi. Molto apprezzata. Grazie per la tua attenzione e i tuoi commenti, a rileggersi, ciao.
  • Vincenzo Capitanucci il 14/08/2008 22:06
    Mi ha fatto pensare a Euridice... che segue Orfeo...

    dietro di Lui... non possiamo chiudere questa notte in una stanza... con quello che ci aspetta fuori...
    bisogna cambiare la storia...è Euridice che deve condurre... alla luce...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0