username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

grazzie ar ca... iro

Quanno che vedo Voiagger o Quarche
rimango sempre morto affascinata
se parla sempre de perdute arche
o de come ‘a Sfinge sia retrodatata.

Tutti i misteri che avvorgono la Tera
vengheno egreggiamente presentati
a Sodoma e Gomora fu ‘na guera..
cor nucleare sparzo su li prati.

Pe’ anni c’hanno fatto crede la panzana
che ‘e piramidi ereno tombe co’ la punta
ma‘nvece der morto c’è ‘na damiggiana
o ‘n ber graffito della sora Assunta.

Così, pare, che a Gizza nella Piana
puro l’allineamento de que’ tre
nun sia dovuto ar caso…è cosa strana
d’Orione la Cintura poi vede’.

E poi ’a storia dei teschi de cristallo
aritrovati come er sague sparzo
nun s’è capito come po’ prasmallo
‘n omo primitivo er duro quarzo.

‘E ligne de Nazzca fatte ner Perù
che se ponno vede’ solo dall’arto
ce fanno capi’ che nun sei solo tu
nell’univerzo …ma anche quarcunartro.

I cerchi strani visti ‘n mezzo ar grano
tutti precisi…. fatti cor compasso
ma quanto po’ esse grossa quella mano
che li disegna come er grande Picasso?

Pe’ nun parlavve poi dei capoccioni
che all’isola de Pasqua fanno ‘a guardia
scorpiti n’a lava da abbili padroni
so’ li giganti…de pietra d’a discordia.

Perfino ‘e tavolette dei Sumeri
se penza vecchie de seimila anni
co’ sopra tutti e nove i pianeti ‘nteri
che giraveno ‘ntorno ar sole co’ l’affanni.

Modelli d’aeri, anelli de Dienneà,
caschi spazziali, statuette strane….
è d’Antichitera quer compiuter là
sta‘n fonno ar mare ‘nzieme ar pescecane.

Atrantide è proprio ‘n gran mistero
pare che er continente sia sommerzo
sparito nell’abbisso che è più nero
come quell’euro che io me so’ perzo.

Ma grazzie ar Ca…iro nun vanno mai smariti
‘sti gran tesori…l’hanno chiusi in una stanza
ner gran museo nun l’ hanno diggeriti
.. li tengheno a debbita distanza!!!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Aldo Occhipinti il 20/08/2008 17:07
    Bene, Aldo Fiorenza, sei trapanese? allora gustati il mio ultimo racconto "Lungo il Viale delle Sirene" e lascia - se t'aggrada - un commentuccio... l'invito vale anche per sabrina e per chiunque altro lo desideri.

    S'Abbenerica a tutti!
  • sabrina balbinetti il 20/08/2008 16:27
    aldo scusami forse ho fatto un po' di confusione ma il lavoro di traduzione era affidato ad aldo occhipinti... non ti offendere ma è lui che ha accennato un abbozzo di traduzione in palermitano.
    ti lascio aldo al quadrato... da dividere con aldo occhipinti.
    un saluto a presto
    P. S. sono sempre felice delle critiche sono crostruttive ed aiutano a crescere... sai devo fare ancora lo svezzamento!
    a rileggerci
  • sabrina balbinetti il 20/08/2008 16:02
    per aldo: quasi quasi mi piace di più in siciliano!!!!!
    io proverei a fare la traduzione se fossi in te!
    approfitto per salutarvi e ringraziarvi tutti Aldo(al quadrato).. fiorenza-occhipinti, alberto e luciano
    ciao da roma
  • Aldo Occhipinti il 19/08/2008 23:37
    ma è bellissima! - poetessa "pasta e facioli"... un po' rustica??? - ammazza! Credo che la tua bella poesiola andrà a finì ne miei preferiti! Ka, ti riku na cosa: sta qurtina ka è a kiù bedda i tutt 'u to cantu:

    E poi ’a storia dei teschi de cristallo
    aritrovati come er sague sparzo
    nun s’è capito come po’ prasmallo
    ‘n omo primitivo er duro quarzo.

    sta fiura è vieru bedda! u viersu zuppica ma a fiura e bedda assai! sent'a mia:

    biedda a storia ri tèski ri kristallu
    quann' i truvàru k'omu 'u sangu spairsu
    un si kapisci kòm' potte plasmallu
    kill'om'antìku u kkiù dduru ru quairsu

    Questa è una versione in palermitano della tua splendida quartina... te la regalo, ciao

    Ah, senti... credo che domani potrai trovare un mio vecchio pezzo poetico in dialetto e (spero) qualkos'altro di narrativa(nuovo e non in dialetto)... vienimi a trovare
  • alberto accorsi il 18/08/2008 10:16
    Sapiente ironia, grande abilità. Bravissima.
  • Luciano Sansone il 17/08/2008 23:20
    Semplicemente stupenda. Esilarante ma vera. Brava Sabrina, mi è piaciuto il garbo con cui hai trattato l'argomento.
  • sabrina balbinetti il 17/08/2008 22:32
    grazie lucia e vincenzo sono contenta che vi sia piaciuta la mia poesia che racchiude molte perplessità e misteri di questa nostra strana esistenza
    baci da orione, osiride e donna concetta!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 15/08/2008 13:52
    Stupenda... esilarante... e pure i misteriosi quaglioni... che siamo noi.. d'Orione cacciatore... coi i su du cani pure...
    adesso ha preso il corno per le corna... il grande cacciatore.. amico delle sette sorelle Pleiadi... tutto il cielo ne parla... e per i sumeri era un agnello... equivante eracle in gilgamesh...

    io so no scorpione... il giustiziere l'assassino di turno... di tutto... all'altra lato del cielo m'hanno confinata... con la mia stella rossa... furente incandescente d'amore...

    Ho scelto solo questo punto... ad ognuno di sceglierne un'altro... so tutti meravigliosi...

    grazzie du volte... Sabrina... arca del Cairo... patria dell'Alchimiaaaaaa...
  • Anonimo il 14/08/2008 23:08
    me so' rotolata da e risate!!!!!!!!!!!!!
    troppo forrrte!!!!!
    me so ricordata che Quarke... se chiama così... perchè ce fanno vede... quarke elefante... quarke giraffa... quarke tomba... quarke cosa forte, 'nzomma
    e me so messa a ride come 'na matta!
    :bacio:

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0