PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

XX Agosto

La tua foto appare sul PC,
la luce di traverso del tramonto
proietta la mia immagine sul vetro;
le due immagini si rispecchiano,
si sovrappongono e si fondono,
come noi due, quando allora,
in quei lontani giorni felici,
trasformammo il virtuale,
in un reale, concreto Amore.
Lacrime vere dai miei occhi,
cadono lentamente sui tasti,
cercando forse una via diretta
per trasmettere un messaggio,
senza sapere che non si potra'
trasformare il reale in virtuale.
Mai piu'.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Stefania Barbieri il 25/06/2008 10:19
    Bellissima!!! È il virtuale che frega... perchè il reale non è mai così bello e se lo è non è mai così duraturo... ma arriveranno altre immagini da sovrapporre...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0