PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La tana del coniglio.

Siamo nati tra la folla
sporchi dello stesso umore.

E fu sommesso delirio
quando schiusi, per mano,
abbiamo varcato quei nomadi versi
e ci siamo sciolti in stagni d'olio.

Abbiamo suonato la campana
immersa nel bianco deserto,
ammirato l'orso rosa dalla parete
e sospirato alla triste nenia di statue parlanti.

E tu ti sei aggrappato ai miei riccioli,
ed io mi sono stretta al tuo petto,
e poi giù per la tana del coniglio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Giorgia Piovan il 05/08/2011 23:10
    È una delle più belle che abbia mai letto.
  • Ezio Grieco il 31/08/2008 23:56
    ... bella, si presta a molte... interpretazioni; ho letto la spiegazione che hai dato al "criticone" Aldo e, forse, l'ho... inquadrata pure io...
    clezio
  • Diana Moretti il 31/08/2008 11:31
    Grazie Ugo delle tue belle parole.
  • Ugo Mastrogiovanni il 31/08/2008 11:18
    Se l’anima è il luogo della poesia, perduta nello sforzo di valorizzare tutto ciò che vede e sente, Diana Moretti la mette dovunque, anche i questi versi decisamente esclusivi.
  • Monica d il 29/08/2008 14:42
    Una Alice metropolitana?
  • enrico rudoni il 27/08/2008 14:13
    bella!
  • Diana Moretti il 26/08/2008 20:04
    Aldo un significato ce l'ha ma sicuramente risulta oscuro..è evidente solo per la persona a cui è dedicata e che è venuta con me alla Quadriennale di arte moderna che si sta tenendo qua a Roma al palazzo delle Esposizioni.. quelle che cito sono opere (compreso l'orso rosa che in realtà è rosa perchè realizzato quasi interamente di chewing gum). Ciao
  • Anonimo il 22/08/2008 19:05
    che bella complicità, si, bisogna esere uniti e affrontare assieme l'evolversi delle salite e delle discese, anche quando non ci si ama più, ci si fa meno male. comunque bello il tuo pensiero cio salva.
  • sara rota il 21/08/2008 14:03
    Sembra una delicata fiaba... molto graziosa.
  • Vincenzo Capitanucci il 21/08/2008 08:31
    Stupenda... questi versi stagnanti d'olio...è vero mi sono aggrappato ai tuoi riccioli... e non ti mollo più

    giù per la tana.. del coniglio.. un bellissimo toboggan.. in cui amo scivolare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0