PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

'a vita drento 'na cressidra

Semo i granelli fini de’la sabbia
drento l’imbuto de ‘na cressidra ‘mmenza
prima ammucchiati ner sopra de ‘sta gabbia
pe’ poi ariscenne piano co’ pazzienza!

Quarche granello scenne giù de corza
e nun fa ‘n tempo manco a raggiona’
pure se ce se ‘mpegna…. ‘n cià la forza
pe’ vince er ciclone che lo sta a risucchia’.

Così i granelli della razza umana
abbituati alla sopravvivenza
tra ‘na mezza verità e na panzana
se fanno largo co’l’irriverenza!


Nun sanno che ce sta’ nell’artra boccia
puro si cianno fede…la paura
je manna ‘n confusione la capoccia...
che ce voi fa’…è legge de natura!


Quanno la sabbia stara’ tutta sotto
…ner giorno der giudizio univerzale
saranno arivortati tutto ‘n botto
dalla mano der Granne Principale!!!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Marcello Piquè il 20/06/2012 12:06
    mi è piaciuta e mi ha fatto riflettere, bravo!
  • Anonimo il 07/05/2011 09:00
    Gran bella lirica
  • Pablo X il 26/08/2008 15:34
    Ueilà bellissima metafora, anche se non credo che la boccia verrà mai girata. Brava ancora.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0