PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

IL MARE

Oggi ci sono grossi
nuvoloni scuri e minacciosi,
sembra si stia avvicinando un temporale..
BE'!! Poco male..
Voglio andare ad
ammirare il mare,
lo vedo.. e' molto agitato,
forma delle grandi onde
che si infrangono
sulla spiaggia.
Mi avvicino, mi sdraio
sulla sabbia,
chiudo gli occhi, ascolto
il suono delle onde,
sento un fresco venticello
che mi accarezza la pelle
e mi scompiglia i capelli
sento odore
di salmastro, e le onde
rumoreggianti, infrangersi
sulla battigia,
mi bagnano le gambe,
sento schizzi d'acqua
mi arrivano sul viso
e' stupendo...
Mentre sono
assorta nei miei sogni
con la mano
raccolgo un pugno di sabbia
e la lascio cadere
piano, piano.
IL mare e' ancora
molto mosso, si formano
dei cavalloni,
mi devo allontanare dalla riva.
Poi osservo
che al ritirarsi delle onde,
il mare ha portato con se'
delle meduse non più
in vita, e anche
altra sporcizia...
E allora mi domando?
Che peccato!
C'io' che di bello
la natura ci ha donato
la mano dell'uomo
la stia rovinando..!!!

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • claudia checchi il 29/03/2010 14:40
    grazie salvatore, apprezzo molto ciò che mi dici... e anche la tua sincerità.. e quindi che ne apprezzi il concetto, ma nn troppo come poesia...
    rigrazie claudia..
  • Salvatore Mercogliano il 29/03/2010 12:30
    Concetto della poesia molto caro anche a me, peccato solo che la struttura poetica non sia tanto piaciuta
  • Salvatore Mercogliano il 29/03/2010 12:29
    Concetto della poesia molto caro anche a me, peccaqto solo che la struttura poetica non sia tanto piaciuta a me.
  • claudia checchi il 23/08/2008 16:23
    mi e' molto gradito il tuo commento... GRAZIE..
  • giuliano paolini il 23/08/2008 11:37
    le nuotate più dolci le ho fatte con mare grosso e' allora che si percepisce la forza e anche l'amore che c'e' nel totale, perche' quando tutto e' impegnato consapevolmente non c'e' spazio residuo per i calcoli e la totalita' rende quegli attimi cosi' carichi di vita come alla nascita o alla morte dove tutto e' usato per sublimare quel magico istante
  • claudia checchi il 22/08/2008 16:06
    Sara... leggo che condividi le parole della mia poesia. GRAZIE...
  • claudia checchi il 22/08/2008 16:01
    vedo che la pensiamo allo stessa maniera.. e' vero ne pagheremo
    le conseguenze... Vincenzo grazie... ricambiato il caro saluto..
  • sara rota il 22/08/2008 08:58
    Una poesia che porta lontano con la fantasia, fino a quando la dura relatà della mano "rovinosa" dell'uomo non ci riporta alla cruda realtà.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/08/2008 07:38
    Il vento è un fraticello che porta sempre nuove emozioni... le meduse pietrificano il mondo... si... stiamo rovinando tutto...

    Gia diversi anni fa... sentivo nelle onde che s'infrangevano odore di ammoniaca...
    Golfo di Aquitania... oceano atlantico... fabbriche dei paesi Baschi spagnoli.. Bilbao...
    stiamo veramente rovinando e sfruttando la Natura.. in modo non responsabile... il prezzo che rischiamo di pagare sara altissimo...

    un caro saluto.. Claudia..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0