PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Filari di vigna campi di vigogna in universo maschile

A volte m’incanti
Fra i tuoi risi
i tuoi pianti

Tu stupiscili
Con la tua feroce
determinata rabbia

Mentre pianti una vigna
Nel tuo campo di vigogna

Vivi in mezzo
A mille loro paranoie

Domandandoti in fondo
Cosa sia giusto
O cosa nostra

Chiedi soltanto rispetto
In fiducia
Per la tua femminilità

Esplodendo
in violenza

nelle fodere
Delle malsane tasche
bucate
d’un universo tipicamente maschile

Pur volendo mantenere la tua dolcezza
Di zucchero filato

In stella a forma
Di pandolce

Diventi ogni giorno
Sempre più maschio
essendo


la tua apertura
costantemente assediata
insidiata

quasi odiata
dall'impotenza maschile
di godere
la sua libera libertà
creatrice

Sessualmente moralmente spiritualmente

ti viene voglia veramente di filare via
Fra le tue splendide piante di vigna
In vita altrove
altra gente

Dove nessun male
Nessun volgare ridere potrà mai raggiungerti

Potrai finalmente partorire
Fra canne di sonori bamboo
Il tuo meraviglioso ed unico figlio
Solamente per il tuo diletto

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • francesco muscarella il 23/08/2008 15:19
    Ho capito, sebbene in ritardo, sarà il caldo!!!
    Complimenti molto bella, ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 23/08/2008 15:15
    si Miranda c'è solo un importantissimo "go" ... si è un camelide.. ma anche un tessuto pregiato e morbidissimo realizzato col pelo di tale animale... che rappresenta benissimo l'universo della sensibilità al femminile... dove piantare... adornarlo con un nuovo modo di essere...
    un caro saluto...
    e grazie..
  • sabrina balbinetti il 23/08/2008 15:14
    bellissimi versi capitan... ucciNO, credo che ormai il genere feminile abbia perso una cosa che era soltanto riservata alle donne... l'essere UNICHE
  • francesco muscarella il 23/08/2008 14:56
    Scusami vincenzo, non ho capito questo verso "Mentre pianti una vigna
    Nel tuo campo di vigogna", la vigogna non è un camelide?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0