PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

TAM TAM

Nere dita frenetiche
percuotono usurate pelli
su timpani vibranti
di ossessivi suoni,
che rimbombano cupi
nell'aria satura di ritmo.
Braccia tremanti si tendono
ad inseguire ombre spettrali
disegnate da luci psichedeliche
in un'atmosfera ammorbata
di fumo ed alcoliche esalazioni.
Allegria scomposta o tristezza
sui volti di chi siede stordito
aggrappato ad un bicchiere
o è coinvolto nell'orgia
di esotiche danze tribali.
Dimensione onirica dove fuggire
dalla monotonia del reale,
dove coprire col martellare
di assordanti note
l'urlo dell'anima bramosa
di ideali che non trova.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Wester Auxano il 08/09/2008 16:08
    I versi esprimono un punto di fuga dal reale.. un'allucinazione che stordisce, un ritmo che fa da anestetico... piaciuta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0