accedi   |   crea nuovo account

mare

In un lettino vicino al mare sto leggendo un libro,
intorno a me non c’è nessuno,
vige il silenzio più completo, delle barche a vela scivolano lentamente sulla superficie del mare,
alcuni gabbiani volano in circolo cercando la preda,
branchi di pesci saltano fuori dall’acqua, per poi rituffarsi nelle profondità marine.
In silenzio ascolto le onde che con un forte fragore si infrangono sulla battigia,
sembra quasi che il mare voglia far capire la sua potenza, e metterti in guardia dal volerlo sfidare. Osservo ancora per un po’ questa immensa distesa d’acqua, che mi distoglie dalla lettura fantasticando sui misteri delle profondità marine.
Il suono di peschereccio che rientra in porto mi distoglie da questi pensieri,
riprendo la mia lettura, ma l’oscurità comincia ad avanzare, e mi posso godere un meraviglioso tramonto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • andrea venturi il 25/06/2012 16:32
    Grazie Rosarita, se ti va ti invito a leggere altri miei scritti.
  • Rosarita De Martino il 24/06/2012 20:35
    Sono accanto a te a godermi questo quadretto regalato a noi dalla bellezza della natura. Con simpatia. Rosarita
  • andrea venturi il 01/11/2010 21:31
    grazie del commento Raffaele, ma io non pretendo di essere un poeta, scrivo cio che ho vissuto, ho cominciato a scrivere dopo un esperienza terribile un coma di tre settimane e un trapianto di cuore, non era nel mio dna la scrittura. ma dopo tutto è cambiato.
    ciao e di nuovo grazie.
  • Anonimo il 28/10/2010 21:21
    forse aggiustando un po' la metrica si farebbe leggere molto meglio comunque bella
  • andrea venturi il 30/10/2008 16:22
    si Claudia, è vero si trova persone splendide e sincere è molto bello questo
    un abbraccio Andrea
  • claudia checchi il 29/10/2008 21:51
    Mi chiamo Claudia, sai anche io non avrei mai pensato di mettemi ha scrivere per di più con un pc, che non sapevo neppure accendere, poi anche per me sono accaduti dei fatti dolorosi e ho cominciato, ce' sempre una 1 volta pero'ne sono felice perche' ho trovato persone splendide, un affettuoso
    saluto anche per Rita.. ciao
  • andrea venturi il 29/10/2008 18:16
    sai Carla prima quando stavo bene non mi sarei mai sognato di scrivere poesie, ma dopo il trapianto è cambiato tutto.
    un saluto andrea
  • claudia checchi il 29/10/2008 17:11
    molto bella i miei complimenti..
  • andrea venturi il 06/09/2008 16:34
    ti ringrazio di nuovo maria g per le t
    ue belle parole.
  • Maria Gioia Benacquista il 06/09/2008 12:40
    Bella prosa poetica. Mi è piaciuta moltissimo.
    Bellissime descrizioni, bellissime immagini.
    Mi piace il tuo modo di scrivere.
    Ciao,
    Maria G.
  • andrea venturi il 29/08/2008 20:38
    ugo ti dispiace spiegarmi cosa intendi con questo tuo commento?
    ciao a presto
  • Ugo Mastrogiovanni il 29/08/2008 19:54
    Più che di poesia direi, trattasi di uno scritto dai toni decisamente ispirati.
  • andrea venturi il 25/08/2008 10:07
    si cinzia per ora il mare è un sogno, ma forse a settembre mi daranno ok.
  • Cinzia Gargiulo il 25/08/2008 09:40
    Per ora a mare Andrea ci stai andando con la fantasia e questa descrizione è molto vera......
    Comunque il mare è bello anche d'inverno anche solo da guardare...
    Un abbraccio...
  • andrea venturi il 24/08/2008 21:47
    si è molto semplice lo scritta in poco tempo è la voglia di andare al mare
    per ora non posso andare e' troppo poco che ho subito il trapianto.
    ho il mare a10 minuti da casa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0