accedi   |   crea nuovo account

Acqua salata

Acqua salata scende sul viso,
lo sapevi che un onda più forte sarebbe arrivata,
e chiudi gli occhi e ti brucia, ma fai finta di nulla,
eppure il mare è molto lontano,
eppure nevica zucchero a velo sui fiori del balcone,
ascolti la musica perché quella voce ti fa paura,
fai rumore con i coperchi per non sentire quel battito,
e danzi ma il cuore ti manca, ti sta portando via il respiro,
e allora cammini adagio, riprendoti il fiato rubato,
guardi per terra, convincendoti di essere sola,
le mani in tasca per sentire null’altro
che il rassicurante vuoto delle tue tasche.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Monica d il 15/02/2011 22:56
    Grazie Alfredo, molto gentile.
  • Alfredo Potassio il 15/02/2011 22:47
    Chiusura molto suggestiva ed efficace...
  • luigi deluca il 05/10/2008 08:10
    non ho letto ancora molto di tuo, ho trovato "poesie" che sembravano più "racconti" e mi sono fermato a questa: Cavolo! credevo d'essere io
    il recordman del vuoto-disperazione-dolore-paura-solitudine-pianto...
    devo dire che questa tua è un vero pugno nello stomaco, per me è BELLISSIMA, ci vuole anche molto coraggio a gridare così il proprio "sentire",
    che dirti? Per aspera ad astra, sono certo hai già ritrovato il sorriso e il calore umano! gigi
  • Antonio Pani il 01/09/2008 17:28
    Concordo con Domenico "di sotto", alcune immagini sono belle davvero. Mi fa pensare ad un viaggio verso se stessi, un tuffo alla ricerca della propria essenza, del ritrovarsi e piacersi. Io l'ho vissuta così. Mi è piaciuta, brava. Grazie per attenzione e commenti, a rileggersi, ciao.
  • Ezio Grieco il 29/08/2008 15:02
    Bella! ... le mani in tasca per sentire null'altro che il rassicurante vuoto delle tue tasche... bellissima chiusa.
    ... anche questa l'hai postata senza rileggerla...(riprendoti =riprendendoti?)
    clezio
  • Anonimo il 28/08/2008 16:03
    Bellissime immagini, la neve di zucchero a velo, la paura del vuoto colmata dalla solitudine... Bellissima
  • nicoletta spina il 26/08/2008 23:16
    Sentire il vuoto spesso ci fa sentire pieni del nostro mondo interiore, e la fantasia ha fatto il resto. Bellissima la neve di zucchero a velo... Ma è tutta bella questa tua.
  • Adamo Musella il 26/08/2008 22:02
    Possiamo danzare nel vento, credere alle fate, passeggiare sull'acqua... la fantasia alimenta la vita Che bella Monica :bacio:
  • Diana Moretti il 26/08/2008 20:16
    immagini interessanti come lo zuccero al velo e il rumore die coperchi.. per un vuoto che consola ma in fondo fa paura.. a rileggersi. Dia
  • Anonimo il 26/08/2008 11:27
    Bella, anche questa..
    complimenti Monica
    ciao
    Angelica
  • Vincenzo Capitanucci il 25/08/2008 17:09
    Rassicurante vuoto... in battito divino...

    Da paura... splendido velo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0