username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

XVI giugno 2001 (a mio padre)

Rimanere in attesa
dell’ultimo attimo,
il silenzio rantola tra le tue labbra,
gli ultimi tre respiri
come bufera confondono il corpo,
attendi il nocchiero
che attraverserà il fiume
dove non vedrai la riva,
occhi spalancati ti guardano
chiedendoti un ultimo perdono
… mentre chiudi i tuoi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • marilena il 13/07/2015 14:32
    molto intensa drammaticamente sincera: bravo!
  • Gennaro Keller il 16/03/2011 09:42
    Uno dei momenti più dolorosi della vita di un figlio! Bravo!
  • augusto villa il 16/11/2008 22:35
    Veramente bella questa tua... Intimissima e molto molto delicata...
  • Cinzia Gargiulo il 22/09/2008 22:07
    Michelangelo mentre leggo questa tua poesia lacrime scorrono sul mio viso perchè ho rivisto mia madre nel suo letto di morte. Ero accanto a lei, ricordo quegli ultimi respiri e poi il nulla. Ma io dopo che ha spirato la rassicuravo dicendole che non doveva preoccuparsi per me perchè io ce l'avrei fatta... ero sicura che ovunque fosse la sua anima lei mi avrebbe ascoltata...
    Grazie per aver condiviso con noi questa tua poesia così intima.
    Un bacio.
  • Marta Niero il 21/09/2008 17:11
    ho ricordato l'ultimo saluto alla mia nonna materna, l'unica che ho avuto, quasi una seconda mamma per il suo attaccamento a me.. non ricordo il suo ultimo respiro, ma come il braccio sia scivolato lungo il lato del letto... mi chiedo perchè aspettiamo sempre quando il tempo è finito per dire le cose importantierdono, ti voglio bene, scusa, grazie... servirebbero di più mentre viviamo...
    sempre di grande sensibilità le tue parole caro miche e molto solenni le immagini che hai usato
    :bacio:
  • claudia checchi il 17/09/2008 16:53
    triste. e intensa, piaciuta... bravo..
  • luigi deluca il 07/09/2008 11:55
    il perdono? Per il troppo amore? Per la sofferenza?
    Lo so, Lui te l'ha concesso con tutto il cuore...
    gigi
  • Dolce Sorriso il 05/09/2008 15:56
    molto triste,
    ma bella bella.
  • Maria Lupo il 30/08/2008 23:49
    Mi rattrista troppo per commentarla... anche se mi piace molto
  • sabrina balbinetti il 29/08/2008 23:00
    c sabryome ti capisco a me è successo da poco meno di due anni... e non dimenticherò mai più quella "non voce" che salutava la vita
    un abbraccio
  • Giovanni Cuppari il 29/08/2008 16:31
    un bell'atto d'amore anche se doloroso per una persona cara. Piaciuta e molto Michelangelo. Ciao da Gio'

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0