PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’ Angilu di la morti

Passa l’Angilu di la morti
cu l’ali niri e l’ occhi mpiciati
nuddu lu sta a taliari
nuddu sta a diri unni vai.
Cu vesti e maneri sirvili
s’assetta e aspetta vicinu l’omu
ca l’amma renni a Diu.

Passa l’Angilu di Diu
U so passu si fici pisanti
e mendri passa sona a campana
e rispunninu l’andri campani.
L’aria di sti soni s’inchiu!
Pi diri a l’omu ca tantu a accanzatu:
sulu l’amma si renni a Diu

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • MICHELA C. il 29/08/2008 23:08
    Caro Massimo, CASPITERINA se hai capito! Complimenti per il commento, sei riuscito a rendere vive delle strofe che mi apparivano morte. Ciao caro, devi essere una persona speciale (me lo dice il mio sesto senso).
  • sabrina balbinetti il 29/08/2008 21:39
    grazie a massimo ho capito qualcosa in più... comunquo trovo che ci sia molta musicalità in questo tuo dialetto e trovo la poesia molto bella
    ciao michy

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0