accedi   |   crea nuovo account

Lacrime

Scivolano lente, tremolanti
le lacrime cristalline dal nostro volto
le brame sinuose dei nostri pensieri
mute come mugulii
e brillano, scintillano
lucciole nel tramonto dei nostri occhi.

Si stropicciano di sangue,
come fragili fiori
che sfuggono, fluidi tra le mani
e affluiscono alla corrente di brividi
languide, sterili cadono
sul cemento assetato

e piangi, e soffi la ruvida polvere
sperando che il tuo sogno
accartocciato non sia
né il tuo sangue essiccato.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • sara rota il 23/07/2007 13:55
    Davvero molto triste, ma al contempo molto molto bella. 8
  • Ila Santo il 23/10/2006 18:12
    Una sensibilità molto rara...
  • ELIO RIA il 14/10/2006 12:25
    La poesia evoca immagini e sensazioni tristi, forse troppo tristi, ma è molto toccante. Nell'ultimo verso ha utilizzato la congiunzione né impropriamente. votata con nove.
  • Adriano Di Carlo il 03/10/2006 14:26
    in che senso faticosa? per i vocaboli, per il suono, o per la disposizione di virgolee punti? ciao, grazie a te ed almina.cryback
  • alberto accorsi il 03/10/2006 12:19
    trovo un pochino difficoltosa la lettura della strofa centrale, il resto mi pare molto bello, in particolare da apprezzare la chiusura.
  • Anonimo il 03/10/2006 10:31
    Adriano Adriano... sei molto bravo. Le tue Poesie sono profonde e hanno uno stile personale particolare... che fruga all'interno dei sentimenti e delle sensazioni. Voto? 10!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0