PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dubbia

Il Mavì cedevole degl’occhi
mal s’addice
all’espressione mastietta che pronunci
Immatura animosità
espilà in te il femminil fumo
ma non il corpo che fucàto recità
un’androgina parte
Il femminino temi
e il fellon ammiri
Niente godi e tutto godi
Non sai forse qual orribile morte hai in sorte?

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 17/04/2009 21:51
    Bellissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0