accedi   |   crea nuovo account

Amici

D’ombra coperti,
distanti velati
separati ormai…
Memoria lontana il cor
m’opprimi.

Virgulti
recisi dalla vita
quale infausto fato
osò fin voi.

Tristi madri
ancor s’aggrappano
a pezzi di passata puerizia.
Teneri compagni…

Spensierate ore felici
candidi colletti
fiocchi turchini
ignari destini.

Amico…
labbra sul nero ferro
disperatamente solo,
un sol colpo nel bosco

E tu sul destriero,
serrato al trave
giovane sposa lasci.
Inutile quesito.

Lampo rigenera
foschi pensieri
ti sottrai Tempo
inarrestabile tiranno.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0