username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

dietro di te

Vivendo sopra i passi
di altri
coi volti smessi dal tempo
respirando vuoto e catrame
nella solitudine più gelida.
Partono da ieri le tempeste
di attimi
i fuochi caldi della paura
e solo gli immortali
capiscono il bisogno
di strappare le vecchie vesti
per un lembo di verità.
È questo che ci manca, Dio,
la verità da impugnare
davanti alla croce
prima di sparire
in un fulmine di piena estate.
Ma troveremo la strada
per avere un sogno da stringere
in silenzio,
dietro di te, Eterno.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Sergio Fravolini il 08/08/2010 19:31
    Un sogno eterno... davvero un sogno.

    Sergio
  • Dolce Sorriso il 03/09/2008 16:13
    sono daccordo con tutti
    bravaaaaa
  • Kable il 03/09/2008 10:09
    Mi piace molto il tempo di questa poesia... soprattutto "Partono da ieri le tempeste... di attimi"
  • Fabio Mancini il 03/09/2008 08:14
    Straordinaria l'ultima strofa. Complimenti!
  • Cinzia Gargiulo il 02/09/2008 22:54
    Bella e profonda.
    Ciao...
  • Ivan Bui il 02/09/2008 22:08
    ... piacere di conoscerti... un incontro piacevole. Brava.
  • Goemon naria il 02/09/2008 18:31
    bella metafora molto profonda bella bella
    ciauz

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0